MT19-ODP
Cava del Sole

Cava del Sole

L’ingresso monumentale della città

Cava del Sole è stato il luogo iconico di Matera 2019: ha ospitato la cerimonia di apertura e di chiusura, così come i maggiori eventi dell’anno Capitale Europea della Cultura. A Cava del Sole, con un ritmo di lavoro serratissimo di nove mesi tra lancio della gara d’appalto (aprile 2018) e inaugurazione dello spazio (gennaio 2019), è stata realizzata una delle più importanti infrastrutture culturali della città, capace di accogliere fino circa 6000 persone tra spazi aperti e al chiuso. Nel 2019, Cava del Sole ha ospitato ben 20 eventi del programma ufficiale di Matera 2019, tra spettacoli, concerti, conferenze e festival, per un totale di 31.524 accessi. Oltre a questi, si sono tenuti altri 8 eventi (tra spettacoli, concerti, conferenze e festival) al di fuori del programma ufficiale Matera 2019.

Da Cava del Sole è stata costruita Matera, poiché già dal 1700 da qui sono stati estratti i blocchi di tufo calcareo con cui è stata edificata la città. La sua collocazione lungo la via Appia la rende un paesaggio immancabile per chi entra a Matera. Nonostante ciò, le cave sono comunemente percepite come “altro” rispetto alla città, difficili da raggiungere e poco frequentate, sebbene a soli 2,5 km dal centro storico. Il lavoro su Cava del Sole in preparazione di Matera 2019 si è concentrato proprio sul sanare questa contraddizione, tra luogo matrice e spazio residuale, e restituire così alla Cava la sua forte identità storica intrinsecamente legata alla città.

All’interno del Parco delle Cave, Cava del Sole è l’unica di proprietà pubblica. Le altre cave di proprietà privata hanno funzioni diverse: una cava è ancora attiva ed utilizzata per l’estrazione di tufo mentre Cava Paradiso, di proprietà dello scultore Antonio Paradiso, ospita il “Parco sculture La Palomba”, ed è stata protagonista anch’essa di Matera 2019, in quanto sede delle mostre del progetto pilastro I-DEA.

La valorizzazione delle cave materane è stato uno degli elementi cardine del dossier di candidatura a Capitale Europea, che ha previsto esplicitamente la caratterizzazione come luogo di incontro tra storia e arte contemporanea. L’intervento della Fondazione Matera-Basilicata 2019 su Cava del Sole ha favorito la riqualificazione funzionale di un’area di oltre 13.500 metri quadrati totali. Oltre alla sistemazione dell’arena per gli eventi all’aperto, la Cava del Sole è stata dotata di uno spazio polifunzionale coperto, la Serra del Sole, e un “villaggio”, che ospita una serie di servizi come biglietterie, bar, ristorante e punto di noleggio biciclette.

Gli spazi di Cava del Sole

“La Cava del Sole è un luogo caro a tutti i cittadini, ma prima di tutto è una sorta di cattedrale del lavoro. [...] Partiamo da questo per capire che non è un luogo residuale, è un luogo di lavoro, di fatica. [...] Il portone d'ingresso [alla città] sono proprio le cave. Lo sono sia concettualmente, luogo di prestito da cui è stata costruita la città, che fisicamente.”
Tonio Acito, architetto

È a settembre 2016 che risale l’inizio della riflessione progettuale su Cava del Sole in ottica di Matera 2019, con il primo workshop dell’Open Design School dedicato proprio alla Cava. Al workshop hanno partecipato 15 professionisti - tra designer, architetti, grafici, artisti, artigiani, e ingegneri - che hanno lavorato all'elaborazione di un concept per la rifunzionalizzazione e l’identità visiva per Cava del Sole.

È durante questo workshop, in cui sono stati intervistati gli abitanti di Matera, che emerge come la maggior parte dei cittadini materani non si sia mai recato a Cava del Sole. Da qui nasce la sfida di cambiare questa percezione delle cave come spazio altro e di “allargare la città”, facendo reimmaginare le cave, e Cava del Sole in particolare, come parte integrante del vissuto cittadino. In quest’ottica, al termine del workshop è stato organizzata una mostra ed un ciclo di passeggiate etnografiche aperte alla cittadinanza, chiamato “Attraverso la città: La Via del Sole”, per far toccar con mano la vicinanza e la facilità di accesso alle Cave dal centro storico di Matera. Oltre a questo, il quartiere Piccianello, uno dei quartieri degli anni 50, il più vicino alla Cava, è stato interessato da varie iniziative di animazione territoriale, dal laboratorio di auto-costruzione di installazioni interattive a performance teatrali nella chiesa del quartiere, concerti, ecc.

A partire da quell’esperienza, nel 2017 la Fondazione ha coordinato un tavolo di lavoro interistituzionale con Mibact e Comune di Matera che ha consentito di dare avvio alla definizione dell’iter procedurale e alla progettazione di dettaglio degli interventi di riqualificazione. La convergenza delle istituzioni a la consapevolezza dell’importanza per l’Italia del titolo ECoC nel panorama internazionale, ha consentito di realizzare un obiettivo ambizioso in soli 9 mesi.

Ad aprile 2018 partono due gare d’appalto (assegnate rispettivamente a maggio e luglio), una per le opere propedeutiche (reti impiantistiche e sistemazioni esterne), i cui lavori iniziano a luglio 2018, e una per l’allestimento e la gestione, con lavori iniziati a settembre 2018. Nonostante la complessità del progetto, l’intervento è terminato per la cerimonia di apertura del 19 gennaio 2019, con tempistiche record per un’opera pubblica di queste dimensioni.

Finanziamento pubblico Mibact

Sia la serra polifunzionale che le strutture realizzate per allestire Cava del Sole sono tutte removibili, in modo da garantire il ripristino del luogo nella sua condizione originale, e sono state progettate per inserirsi in armonia nel contesto della Cava. Il fondale del palco della Serra è una grande vetrata che si affaccia sullo spazio attorno, e sopra la finitura metallica della sua struttura esterna sono stati inseriti degli intagli che richiamano i segni lasciati dagli attrezzi di lavoro sulla superficie delle cave. Le pareti della Cava non sono state intaccate in alcun modo e non vi sono colate di cemento. Si è inoltre scelto di non realizzare il parcheggio inizialmente previsto, al fine di garantire un minor impatto possibile sul paesaggio circostante e per rinforzare il concetto che Cava del Sole è parte della città e ci si può arrivare a piedi o in autobus.

Cava del Sole è riconnessa alla città

L’investimento su Cava del Sole come luogo di Matera 2019 ha permesso di “allargare la città”, ricucendo il legame inscindibile tra Matera e le sue cave. In particolar modo, nel 2019 la Cava è stata collegata al centro di Matera attraverso un servizio navette e nuovi percorsi pedonali.

Navette attivate

La Cava restituita alla città è uno spazio polifunzionale, capiente e versatile, che si adatta ad ospitare non solo grandi concerti, ma anche eventi più intimi, conferenze, festival e spettacoli, come è stato dimostrato nel 2019. La visualizzazione qui sotto mostra proprio come gli eventi a Cava del Sole per Matera 2019 abbiano avuto più format e una grande varietà nelle dimensioni del pubblico.

31.524 accessi nei 20 eventi di Matera 2019 a Cava del Sole

Il ruolo di Cava del Sole non si è esaurito con il 2019: l’attuale concessione per la cava continuerà fino al 2022. Nel 2020, la struttura della Cava si è rivelata fondamentale nel permettere lo svolgimento di importanti eventi culturali a Matera, nel pieno rispetto delle norme per il contenimento dell'epidemia COVID-19. La vastità dello spazio all'aperto ha consentito infatti di organizzare ben due eventi, uno spettacolo e un concerto, con un pubblico di oltre 700 persone ciascuno.

Open data corner

I dati, protagonisti della piattaforma, vengono ora rilasciati in formato aperto. Si trasformano in un bene comune digitale in grado non solo di informare, ma anche di ispirare e supportare nuove pratiche informative e progettuali a supporto della comunità lucana, italiana e internazionale.

In questa sezione è possibile accedere sia ai dati aggregati che a quelli non elaborati presentati nella pagina. Per una panoramica su tutti i dati della piattaforma, visita la sezione Open Data, oppure segui il nostro spazio GitHub.

Dataset
Aggiornamento
Elementi
Descrizione
Dimensione
eventi.csv
11.01.2021
2508
Dati dettagliati su ogni singolo evento del programma ufficiale e non ufficiale di Matera 2019.
4,09 MB
accessi.csv
11.01.2021
73
Dati dettagliati sul numero di accessi gratuiti e con Passaporto agli eventi di ciascun progetto.
2,88 kB
navette.csv
11.01.2021
21
Dati dettagliati sul numero di navette attivate, e la capienza totale, per accessi ciascun evento ospitato a Cave del Sole.
1,01 kB
viz_eventi.csv
11.01.2021
29
Dati aggregati per la prima visualizzazione sulla sequenza temporale degli eventi a Cava del Sole nel 2019. Contiene gli eventi del programma ufficiale e del programma non ufficiale di Matera 2019. Non contiene gli eventi annullati.
3,73 kB
viz_spazi.csv
11.01.2021
4
Dati aggregati per la seconda visualizzazione sulla dimensione dei diversi spazi di Cava del Sole.
236 B
Matera Open Data